Mercoledì, 21 Febbraio 2024

L'Austria delinea 5 condizioni per le frontiere terrestri Schengen con Bulgaria e Romania

Il governo austriaco ha specificato cinque prerequisiti per l'eventuale revoca dei controlli alle frontiere terrestri Schengen per i cittadini bulgari e rumeni, come dettagliato in una dichiarazione rilasciata dopo la decisione del Consiglio europeo di aprire le frontiere aeree e marittime per entrambi i paesi il 29 dicembre. Pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’UE, il documento di due pagine delinea le condizioni per le modifiche al controllo delle frontiere .

Le disposizioni dell'Austria prevedono una maggiore presenza dell'agenzia europea per le frontiere , Frontex, sui confini bulgaro-turco e bulgaro-serbo. Richiede inoltre il sostegno finanziario della Commissione europea per l’acquisizione di tecnologie di sorveglianza come veicoli fuoristrada, droni e sistemi di monitoraggio. Inoltre, viene sottolineato il rafforzamento dei controlli alle frontiere tra Bulgaria e Romania , mentre entrambi i paesi sono esortati a dare piena attuazione al regolamento Dublino sui migranti.

Sono stati consentiti controlli senza preavviso per gli arrivi dalla Bulgaria e dalla Romania negli aeroporti austriaci, sottolineando la spinta di Vienna per una discussione più ampia all'interno dell'UE riguardo alle operazioni nell'area Schengen .

fonte bta

PER COLLABORAZIONI ED INFO

info@bulgariaoggi.net
redazione@bulgariaoggi.net