Lunedì, 22 Luglio 2024

Il settore industriale bulgaro registra un calo dell'8,4% su base annua

Il settore industriale della Bulgaria si trova ad affrontare una notevole flessione, registrando un calo dell’8,4% su base annua nella produzione destagionalizzata per febbraio 2024, secondo le ultime stime di Eurostat. Ciò colloca la Bulgaria tra i primi tre paesi dell’UE che registrano sostanziali diminuzioni annuali, dietro all’Irlanda con un drammatico crollo del 36% e al Belgio con un significativo calo del 12,7%.

In contrasto con le sfide della Bulgaria , Spagna, Slovenia e Danimarca sono emerse come fari di crescita nel panorama industriale europeo. La Spagna guida la classifica con un encomiabile aumento del 3,5% nella produzione industriale, seguita da vicino dalla Slovenia con un robusto aumento del 2,8% e dalla Danimarca con un notevole aumento del 2,7%.

Il set di dati completo di Eurostat rivela tendenze più ampie, rivelando un calo del 6,4% della produzione industriale nell’area dell’euro e un calo del 5,4% nell’UE per febbraio 2024 su base annua. Tuttavia, c'è un barlume di speranza nel confronto mese su mese, con la produzione industriale che mostra un modesto aumento dello 0,7% nell'UE e dello 0,8% nell'area euro.

Gennaio 2024 ha visto un calo della produzione industriale, con un calo del 2,7 % nell’UE e del 3% nell’area euro. Analizzando più a fondo i segmenti industriali, febbraio 2024, rispetto allo stesso periodo del 2023, ha visto un calo del 7,5% nella produzione di beni strumentali, un calo del 3,5% nella produzione di energia e un calo del 2,5% nei beni intermedi.

Inoltre, i dati evidenziano un calo del 4,7% nella produzione di beni di consumo non durevoli e un calo del 3,9% nella produzione di beni di consumo durevoli.

fonte btv

PER COLLABORAZIONI ED INFO

info@bulgariaoggi.net
redazione@bulgariaoggi.net