Mercoledì, 21 Febbraio 2024

La Bulgaria considera l'estensione della protezione temporanea per gli ucraini fino al 2025

Nel tentativo di rafforzare il sostegno ai rifugiati ucraini , il governo bulgaro sta prendendo in considerazione una proroga di un anno dello status di residente per le persone che hanno cercato protezione temporanea nel paese. Questa proposta, volta a prolungare la validità delle carte di protezione temporanea , sarà oggetto di discussione pubblica, segnando un altro capitolo nell'impegno della Bulgaria ad assistere le persone colpite dalla crisi in corso.

Poiché la data di scadenza delle attuali carte di protezione temporanea si avvicina al 4 marzo, questa potenziale estensione fornirebbe continuità alle persone in cerca di rifugio. Le carte, emesse dall'Agenzia bulgara per i rifugiati, svolgono un ruolo cruciale nel facilitare la vita di quasi 173.000 rifugiati ucraini che hanno cercato protezione temporanea in Bulgaria. Tra questi, circa 70.000 ucraini hanno scelto di rimanere in Bulgaria , dove molti sono impegnati in attività lavorative o educative.

I dati Eurostat rivelano che, dall’inizio del conflitto fino alla fine del 2023, la Bulgaria è stata tra i principali paesi europei – insieme a Germania, Polonia, Repubblica Ceca e Spagna – nell’emissione di documenti di protezione . La protezione temporanea non solo garantisce la libera circolazione agli ucraini, ma garantisce loro anche il diritto al lavoro, all’accesso all’assistenza sanitaria, all’istruzione e all’alloggio all’interno dell’Unione Europea.

L'imminente consultazione pubblica, prevista fino a metà febbraio, offre una piattaforma per un contributo collettivo su questa estensione proposta, sottolineando l' impegno della Bulgaria nel fornire un ambiente favorevole ai rifugiati ucraini di fronte alle sfide attuali.

fonte bta

PER COLLABORAZIONI ED INFO

info@bulgariaoggi.net
redazione@bulgariaoggi.net