Mercoledì, 21 Febbraio 2024

Dalle corse incrociate alle danze sul fiume: i bulgari festeggiano l'Epifania e Yordanovden!

Il 6 gennaio segna l'Epifania , conosciuta come "Yordanovden" o Giorno della Giordania in Bulgaria, una celebrazione vibrante profondamente radicata nel tessuto culturale del paese. Questa festa molto apprezzata abbraccia benedizioni dell'acqua e rituali antichi, che simboleggiano la purificazione e la prosperità.

L'Epifania , sinonimo del battesimo di Gesù Cristo nel fiume Giordano, comprende varie usanze in tutta la Bulgaria. La benedizione rituale dell'acqua, che simboleggia la purificazione e la buona salute, viene osservata in tutta la nazione.

Chiamato distintamente Voditsi, Bogoyavlenie o Krashtenie Gospodne, il festival ha un significato unico in diverse regioni. I cristiani ortodossi vedono il battesimo di Gesù come una rivelazione divina, che ispira rituali incentrati sull'acqua.

L'essenza dell'Epifania risiede in una tradizione trasformativa: un sacerdote lancia una croce in uno specchio d'acqua, spingendo gli uomini a prendere parte a una corsa vivace per recuperarla, che si ritiene porti benedizioni di benessere e prosperità.

A Kalofer, nella Bulgaria centrale, prevale una svolta speciale nella tradizione. La croce viene lanciata durante una danza fluviale e il partecipante più giovane che la recupera simboleggia la celebrazione unica della città. Questo evento attira folle a livello nazionale, prenotando alloggi nelle vicinanze con mesi di anticipo.

La regione dei Rodopi mette in mostra il proprio rituale dell'Epifania , in cui gli uomini fanno il bagno cerimoniale ai neonati e agli sposi novelli, a significare benedizioni e purezza.

I villaggi del sud-ovest nominano un cross-retriever designato, onorato come il testimone del villaggio. Durante l'Epifania attraversa il villaggio, ungendo le case con l'acqua santa e ricevendo segni di apprezzamento.

Le usanze culinarie dell'Epifania si astengono dalla carne, prevedendo pane rituale, foglie di riso ripiene di crauti, prelibatezze di peperoni secchi, grano bollito e vino come piatti tradizionali.

Nel Yordanovden (Giorno della Giordania), come è anche conosciuta la festività, oltre 128mila bulgari celebrano un onomastico:  Bancho, Bistra, Bogolyub, Bogolyuba, Bogdan, Bogdana, Bogolyub, Bogolyuba, Bogomil, Bogomila, Bojan, Bojana, Bozhena, Bozhidar , Bozhidara, Bozhil, Boyko, Boyka, Boncho, Boril, Borimir, Boris, Borislav, Borislava, Boyan, Boyana, Dan, Dana, Danka, Danko, Dancho, Dinko, Dinho, Jordan, Jordanka, Kapka, Nayden, Theodosius, Teofan , Teofana

L’Epifania in Bulgaria incarna un ricco arazzo di usanze secolari, sottolineando la spiritualità, la comunità e la celebrazione del patrimonio.

fonte novinite

PER COLLABORAZIONI ED INFO

info@bulgariaoggi.net
redazione@bulgariaoggi.net