Lunedì, 22 Luglio 2024

Cosa ha dato la Bulgaria al mondo?

1. L' alfabeto cirillico – Il creatore dell' alfabeto cirillico fu Clemente da Ocrida, un bulgaro della regione macedone, il quale diede all' alfabeto il nome del suo insegnante. Alla fine del 9 secolo il re bulgaro Simeone Magno (Simeon Veliki), garantendo la protezione nei confronti dei discepoli di Cirillo e Metodio, tra i quali anche Clemente da Ocrida cacciati via dall' Europa occidentale, creo' le condizioni perche' gli stessi potessero continuare la loro opera letteraria. Cosi' Clemente creo' una variante semplificata dell' alfabeto "Glagolitsa", creato precedentemente dai due fratelli di Salonicco, dando allo stesso il nome "Cirillico".Per poter imporre il cirillico, Simeone Magno creo' centri letterari sul territorio di tutta la Bulgaria, che lo difusero, nel corso dei secoli, anche tra gli altri popoli slavi.

Ciryllic

2. Il computer – John Vincent Atanasoff e' il creatore del primo computer elettronico non programmabile. E' figlio del bulgaro Ivan Atanasoff – un immigrato in America. John Atanasoff realizzo' l' idea di un nuovo tipo di macchina nel 1939 con l' assistenza tecnica dello studente Clifford Berry ed un finanziamento di 650 dollari stanziati dal Collegio Iowa State College.

Atanasoff-Berry_Computer

Atanasoff-Berry Computer (ABC)

3. Lo yoghurt – La natura in Bulgaria ha creato uno yoghurt unico che contiene un gran numero di lattobacilli vivi e provate caratteristiche e proprieta' curative. Sono decine di anni che alcuni scienziati giapponesi stanno cercando di produrre yoghurt con le stesse caratteristiche benefiche di quello bulgaro dal loro latte fresco locale, ma non ci riescono. Nel 1905 il dott. Stamen Grigorov descrisse la microflora dello yoghurt bulgaro come un composto di un batterio lattico a forma di bastoncello e uno a forma di palla. In onore della patria dello scopritore, il batterio a forma di bastoncello fu chiamato Lactobacillus bulgaricus.

Home_made_yogurt

4. La pillola "Anti – bebè" – L' inventore della pillola Anti bebè fu Karl Jerassy, un ebreo di origine bulgara.

5. Il primo aereo di linea nel mondo. Il capo progettista del primo aereo di linea nel mondo Douglas DC-3 fu Assen Yordanov (1896-1967), che emigro' in America in eta' adulta. "i piloti statunitensi devono il novanta per cento delle competenze in materia di aviazione a Mr. Jordanoff", ha scritto il famoso esperto Americano di aviazione D.H.Earl, aggiungendo che " Quasi tutti i piloti dell' America hanno i suoi libri che vengono letti come la Bibbia".

Assen_Jordanoff_003

6. Lo sbarco sulla Luna – I motori a reazione del modulo lunare Eagle, che rendono possible lo sbarco sulla Luna di Armstrong e Aldrin sono stati realizzati dal bulgaro dr. Ing. Ivan Nochev.

Eagle_moon_lander

7. Il frigorifero solare – il prof. Dimitar Chernev creo' il primo nel mondo frigorifero solare, diventando il pioniere nell' utilizzo dell' energia solare per riscaldamento e refrigeramento.

8. Le fotocopiatrici – La costruzione dell' attrezzatura per fotocopiare e' stata resa possibile grazie a una scoperta fatta nel 1937 dall' Accademico Georghi Nadjakov, bulgaro.

Printer_copier

9. Il vaccino contro la tubercolosi – Lo stesso Stamen Grigorov, che scopri' il batterio nello yoghurt, diventa poi creatore anche del vaccino contro la tubercolosi.

10. L' airbag – Il progettista aeronautico Assen Yordanov e' anche uno dei creatori dell' airbag.

11. La segreteria telefonica – Lo stesso Assen Yordanov creo' anche un apparecchio telefonico senza fili chiamato Jordaphone con una segreteria telefonica, amplificatore e possibilita' di chiamate in conferenza.

12. Il primo cardiofrequenzimetro wireless - nel 1968 Petar Petrov elabora il primo monitor wireless e inoltre crea il prototipo dell' orologio elettronico digitale da polso.

13. Il libro parlante per i non vedenti e' stato inventato dal bulgaro Lachezar Tsvetanov.

14. Un' altra scoperta bulgara e' la U-wave nell' elettrocardiogramma. L' autore e' il dott. Borislav Georgiev.

PER COLLABORAZIONI ED INFO

info@bulgariaoggi.net
redazione@bulgariaoggi.net